Cronaca

Ancora violenza ai danni del personale del 118 a Caserta, operatore ferito con una bottiglia di vetro

A scatenare la violenza un uomo alterato dall’alcool

Non si placano le violenze al personale del 118 a Caserta: l’altra notte è andata in scena un’aggressione con una bottiglia di vetro ai danni di un operatore che è rimasto ferito. A scatenare la violenza un uomo alterato dall’alcool.

Caserta, aggressione con bottiglia di vetro ai danni del 118

L’altra notte in via Roma, i sanitari del 118 sono intervenuti per la presenza di un uomo in preda ai fumi dell’alcol, il quale aveva aggredito un operatore, Michele D’Uonno. Costretto alle cure ospedaliere dove gli sono stati riscontrati un trauma contusivo al gomito e trauma distorsivo rachide cervicale.

L’aggressore lo aveva ferito, aggredendolo con una bottiglia di vetro. Sulla vicenda sono intervenuti i membri dell’’associazione Nessuno tocchi Ippocrate.

La denuncia

“Equipe allertata alle 01:00 del mattino del 31/08/2022, per soggetto in stato di ebrezza alcolica che disturbava la quiete pubblica in Via Roma a Caserta. Il personaggio all’inizio ha rifiutato le cure ed in un secondo momento ha aggredito l’autista soccorritore alle spalle con una bottiglia di vetro con conseguente suo infortunio e danneggiando la divisa personale. L’infermiera fortunatamente incolume, ma spaventata. Vengono allertate le Forze dell’ordine che constatano la situazione di pericolo e preferiscono fare allontanare spontaneamente l’aggressore. L’autista soccorritore si è recato in ospedale per farsi refertare con prognosi di infortunio di 10 giorni per trauma contusivo gomito e trauma distorsivo rachide cervicale.”

 

Articoli correlati

Back to top button