Cronaca

Vendeva droga e beni di ogni genere ai detenuti: arrestato un agente penitenziario di Trentola Ducenta in servizio al carcere di Aversa

Vendeva droga e beni di ogni genere ai detenuti: arrestato un agente penitenziario di Trentola Ducenta in servizio al carcere di Aversa. L’indagato si faceva promettere e consegnare denaro per una sua presunta mediazione verso una persona addetta ai concorsi per il reclutamento nel Corpo della Polizia Penitenziaria

Arrestato agente penitenziario di Trentola Ducenta

È stato condotto agli arresti domiciliari e di sospensione temporanea dai pubblici uffici, su decisione del GIP presso il Tribunale di Napoli Nord, un agente della Polizia Penitenziaria di 29 anni, residente in Trentola Ducenta, in servizio presso la Casa Reclusione di Aversa, per corruzione, rivelazione e utilizzazione di segreto d’ufficio, traffico di influenze illecite e cessione di sostanze stupefacenti.

Le indagini

Le indagini sono scattate seguito a numerose segnalazioni da parte del Comando della Casa di Reclusione di Aversa con le quali venivano comunicati diversi rinvenimenti di telefoni cellulari che erano risultati nella disponibilità dei detenuti ivi ristretti.

Commercio illecito

L’uomo, contravvenendo ai doveri del proprio ufficio, introduceva nella struttura carceraria anche sostanze stupefacenti e altri beni da destinare ai detenuti, traendo indebiti profitti.

Un agente corrotto

Inoltre é anche emerso che l’indagato si faceva promettere e consegnare denaro per una sua presunta mediazione verso una persona addetta ai concorsi per il reclutamento nel Corpo della Polizia Penitenziaria.

Emanuela Dente

Personalità eccentrica e geniale, e giornalista attenta e scrupolosa. La sua innata curiosità le consente di vivere ogni esperienza in pieno, acquisendo conoscenze e capacità molto rapidamente. La sua vita è una grande avventura. La sua passione è un dono immenso

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto