Cronaca

San Felice a Cancello, sequestrato e distrutto un richiamo per la caccia alle quaglie

Contrasto alla caccia di frodo in provincia di Caserta. Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Caserta, nel corso di un servizio di antibracconaggio, hanno rinvenuto e posto in sequestro a carico di autori ignoti, in comune di San Felice a Cancello, su un terreno collinare sito alla località “Talanico”, un manufatto in calcestruzzo cementizio armato, delle dimensioni di mt. 1,20 x mt. 1,20, dal quale fuoriusciva un tubolare verticale in acciaio alto circa 3 mt., alla cui estremità vi erano due diffusori acustici a servizio di un illecito richiamo ad azionamento elettromagnetico per attirare le quaglie che era custodito nel citato manufatto chiuso con un lucchetto di sicurezza.

Caccia di frodo in provincia di Caserta, i controlli

All’atto del sequestro non è stato possibile accedere al richiamo acustico per la caccia di frodo alle quaglie in quanto la blindatura del manufatto rendeva lo stesso irraggiungibile.

Richiamo sequestrato e distrutto

I giorni successivi, gli stessi militari della Stazione Carabinieri Forestale di Caserta, con l’ausilio di operai dipendenti del Comune di San Felice a Cancello, hanno proceduto alla demolizione del manufatto in cemento tramite l’utilizzo di un martello pneumatico e di un flex elettrico da taglio, entrambi alimentati da un generatore elettrico portatile a scoppio, rinvenendo al suo interno il richiamo acustico a funzionamento elettromagnetico che veniva quindi immediatamente distrutto.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button