Cronaca

Acqua contaminata da metalli: il sindaco di Calvi Risorta ne vieta l’uso

Calvi Risorta, il sindaco vieta l'uso dell'acqua corrente: è inquinata. Rilevata la presenza elevata di metalli nell'acqua

Acqua inquinata Calvi Risorta dove il sindaco ha vietato l’utilizzo dell’acqua corrente almeno fino a domani, lunedì 19 settembre. Il primo cittadino, Giovanni Lombardi, ha firmato una apposita ordinanza in seguito ad alcuni controlli effettuati dal governo cittadino che ha rilevato l’aumento di diversi metalli tra le condotte della rete idrica comunale come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Calvi Risorta, il sindaco vieta l’uso dell’acqua corrente: è inquinata

Il sindaco non ha potuto fare altro che vietare qualsiasi uso umano dell’acqua, all’interno delle abitazioni calene.
“Non sarà possibile nemmeno lavarsi, almeno fino a nuova disposizione – ha spiegato il primo cittadino -. Invitiamo la cittadinanza al rispetto dell’ordinanza, a tutela della propria salute. Gli studenti potranno andare a scuola senza problemi, poiché riusciremo a garantire i servizi igienici”

Una decisione, quella della fascia tricolore, che inevitabilmente ha preoccupato non poco gli abitanti del paese dell’alto casertano. In molti, infatti, hanno immediatamente ipotizzato che l’inquinamento dell’acqua possa essere stato causato dal percolato di rifiuti tossici dell’ex area Pozzi, vera e propria spada di Damocle dell’intero agro caleno. Un’ipotesi che, almeno per il momento, non ha ancora trovato conferma.

Articoli correlati

Back to top button