Cronaca

Nell’alto Casertano nasce la prima oasi per gli scoiattoli

In Campania nasce l'oasi per gli scoiattoli: ecco dove. Sarà la prima "Oasi dello Scoiattolo" del Parco Regionale del Matese

In Campania nasce un’oasi interamente dedicata agli scoiattoli, che in questo anno di minore presenza umana a causa del Covid-19., sono tornati in tanti sui rami degli alberi. L’oasi sarà inaugurata venerdì 25 giugno a San Gregorio Matese, comune dell’Alto Casertano immerso nel verde della catena montuosa matesina.

Sarà la prima “Oasi dello Scoiattolo” del Parco Regionale del Matese e disporrà di otto casette in legno, installate dagli operatori della Comunità Montana, che permetteranno ai visitatori di lasciare al loro interno semi, noci ed altro cibo per gli scoiattoli e, con un po’ di fortuna, di riuscire ad incontrarli.

In Campania nasce l’oasi per gli scoiattoli

“L’assenza degli spostamenti umani ha favorito, in contesti naturali – dice il sindaco di San Gregorio Matese, Giuseppe Mallardo un migliore sviluppo dell’ecosistema e della biodiversità. Così luoghi come la nostra villa Comunale, “Villa Luisa”, “hanno visto nuovamente proliferare la presenza di piccoli animali selvatici, come lo scoiattolo nero dell’ Appennino meridionale, notato in cospicuo numero attraversare le cime dei grandi alberi che caratterizzano quell’ecosistema. Per questo abbiamo avuto l’idea di creare un’ oasi per questi simpatici animaletti”.

L’iniziativa

Il presidente del Parco Regionale del Matese Vincenzo Girfatti ha condiviso l’ dea del Comune ,collaborando alla realizzazione dell’oasi, e saluta come un successo “la riscoperta di Villa Luisa, anche per far conoscere questi piccoli roditori che da sempre caratterizzano la biodiversità Matesina”.

Articoli correlati

Back to top button