Cronaca

Santa Maria Capua Vetere, violenta rivolta in carcere: 2 agenti feriti

La denuncia del sindacato: "Si tratta di una brutta e violenta aggressione contro il personale di polizia penitenziaria"

Violenta rivolta nel carcere di Santa Maria Capua Vetere avvenuta ieri, 9 aprile, dove sono rimasti feriti due agenti della polizia penitenziaria.

Violenta rivolta nel carcere di Santa Maria Capua Vetere

Due agenti della polizia penitenziaria sono rimasti feriti in un tentativo di rivolta, secondo quanto rende noto oggi il Sappe secondo il quale “permangono “gravi criticità nelle carceri della Campania”: “Si tratta, purtroppo, di una brutta e violenta aggressione, annunciata, contro il personale di polizia penitenziaria” afferma Emilio Fattorello, segretario nazionale per la Campania del sindacato. “Un gruppo di detenuti, 4-5 italiani e un africano, hanno inscenato una violenta protesta per futili e diversi motivi ancora non ben definiti. Il reparto é il Danubio, sezione di isolamento con i detenuti chiusi nelle celle per motivi disciplinari o di opportunità”.

Distrutto tutto quello che c’era nelle celle

“I facinorosi e violenti reclusi hanno distrutto tutto quello che poteva essere distrutto nelle celle, incitando alla rivolta, armati delle sbarre delle brande. Il personale della polizia penitenziaria è stato trattenuto in servizio fino alle ore serali fin quando l’emergenza é terminata. Nella operazione di contenimento sono rimasti feriti un ispettore, che ha riportato un trauma cranico, ed un assistente, con una sospetta frattura alla mano, entrambi sono stati ricoverati al pronto soccorso”.

Articoli correlati

Back to top button