Cronaca

Casal di Principe: il sindaco Natale ritira le dimissioni “Convinto a riprovare da una mamma”

"Non sono riuscito a salvare la casa a quei quattro bambini e ho sentito forte il peso del fallimento"

Il sindaco di Casal di Principe, Renato Natale, ha ritirato le dimissioni fatte alla vigilia dell’abbattimento di due abitazioni in via Ancona. Una decisione quest’ultima spiegata durante una lunga conferenza nella sala consiliare, in via Matteotti, ieri mattina alle ore 11.

Casal di Principe, Natale ritira le dimissioni da sindaco

Non sono riuscito a salvare la casa a quei quattro bambini e ho sentito forte il peso del fallimento – ha esordito – il mio era un atto di responsabilità nei confronti dei miei concittadini. La vittoria della legalità non è andata di pari passo con quella della solidarietà. Le mie dimissioni non sono un segno di protesta ma bensì la dimostrazione e la dichiarazione pubblica da quale parte voglio stare. Voglio rimanere accanto a quei cittadini a cui vengono violati alcuni diritti civili importanti e, soprattutto, quelli di quattro bambini innocenti“.

Amministrare un Comune è molto difficile – ha poi aggiunto NataleCi siamo sentiti soli davanti a tutte istituzioni e tutta la nostra amministrazione è stanca. Ci impegniamo con grande tenacia, eppure esistono intoppi in itinere che non si possono prevedere. Più volte ho pensato di restare a casa ma tra le tante parole che mi sono state dette, e attraverso i più disparati mezzi, quelle che più hanno fatto breccia nel mio cuore sono state quelle di una mamma che mi ha intimato a fare il mio dovere perché sono stato votato per rimanere fino alla fine“.

La proposta del presidente De Luca

Dopo l’incontro tra Renato Natale e il presidente della Regione Vincenzo de Luca, arriva, ieri mattina, anche una lettera del presidente del Consiglio Regionale della Campania, in cui si comunica di aver steso una proposta di legge in merito alla questione dell’abusivismo con l’approvazione di una legge speciale per Casal di Principe. Da qui l’invito a ritirare immediatamente le dimissioni per continuare la lotta.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button