Cronaca

Casaluce, crollano palazzi a rischio da tre anni: furono costruiti su una grotta

Case crollate, tragedia sfiorata a Casaluce. "Per fortuna non ci sono state vittime" commenta il sindaco Francesco Luongo

Attimi di paura a Casaluce dove due case sono crollate. È accaduto nel pomeriggio di sabato 9 luglio, quando due edifici già sgomberati nel 2019 in seguito alla scoperta del rischio di un cedimento strutturale. Attimi di grande paura in via Celestini dove – fortunatamente – non c’erano persone in prossimità del sito al momento del crollo e questo ha evitato che potessero registrarsi conseguenze drammatiche come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Case crollate, paura a Casaluce

Immediato l’intervento sul posto dei vigili del fuoco, arrivati insieme ai ai tecnici comunali e alla polizia locale. Sono state necessarie diverse ore per gli accertamenti di rito e predisporre le azioni necessarie a prevenire nuovi rischi per i residenti e gli automobilisti. La strada è stata chiusa al traffico veicolare e la famiglia dello storico dirigente comunale, Ludovico Di Martino, in pensione da un anno, è stata sottoposta allo sgombero in vista di indagini più accurate.

Il crollo, infatti, ha coinvolto il cortile della sua abitazione (non interessata dal cedimento) e a scopo precauzionale i tecnici hanno ritenuto opportuno un allontanamento del nucleo familiare in via provvisoria. Il cedimento è stato causato da una grotta situata sotto i fabbricati. Inoltre, in queste ore si sta verificandola presenza di una infiltrazione d’acqua.

Tragedia sfiorata

“Per fortuna non ci sono state vittime” commenta il sindaco Francesco Luongoma l’attenzione di queste ore è massima per poter mettere in campo ogni azione mirata alla tutela delle persone”. Il primo cittadino ha annunciato un piano di indagini geofisiche che non dovranno limitarsi solo a vico Celestini, una delle principali strade di accesso a piazza Castello e al santuario Santa Maria ad Nives.

Articoli correlati

Back to top button