Cronaca

Casapenna, sequestro di beni e conti per un valore di 4 milioni ad un imprenditore di 57 anni legato al clan dei Casalesi e all’ex capo Michele Zagaria

Sequestro di beni e conti ad un imprenditore 57enne di Casapenna, legato al clan dei Casalesi ed in particolare all’ex capo Michele Zagaria. I finanzieri hanno posto i sigilli a società, auto, terreni e immobili per un valore di 4 milioni di euro. Lo riporta l’odierna edizione del Mattino.

Casapenna, sequestro di beni ad un imprenditore legato al clan dei Casalesi

I finanzieri hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca di beni e conti finanziari per un valore di 4 milioni di euro nei confronti di un imprenditore casertano, Luciano Licenza, ritenuto legato al clan dei Casalesi ed in particolare all’ex capo Zagaria in carcere dal 2011. L’eseguimento del provvedimento è avvenuto nella giornata di ieri, martedì 18 giugno. Sigilli per 5 società, 12 autoveicoli, due natanti, nove rapporti finanziari, 5 immobili e 7 terreni tra Caserta e provincia. L’imprenditore 57enne era già stato condannato, con rito abbreviato, a sei anni di reclusione per il reato di associazione mafiosa nell’ambito di un procedimento penale della Direzione distrettuale antimafia di Napoli.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio