Cronaca

Casapesenna, dolci confezionati con i soldi della camorra

I dolci della catena Butterfly sarebbero stati confezionati con i soldi del clan Zagaria e il primo punto vendita aperto a Casapesenna avrebbe fatto da sala riunioni per il boss all’epoca della sua latitanza.

 

Dolci confezionati con i soldi della camorra

Dietro l’arresto di Pasquale Fontana e Giuseppe Santoro, avvenuto stamane per opera della Squadra Mobile di Caserta e quella di Firenze, ci sarebbero i soldi della camorra utilizzati per il confezionamento dei dolci.  L’inchiesta è stata coordinata dalle Dda di Napoli e Bologna e ricostruisce anche l’infiltrazione mafiosa, da parte dei Casalesi, in imprese che operano in Emilia Romagna. In particolare, nel mirino sono finite le pasticcerie della catena Butterfly, presenti in diverse regioni d’Italia.

Articoli correlati

Back to top button