Cronaca

Caserta, bimbo sottratto alla madre per presunti maltrattamenti: “Ridatemi mio figlio”

Bambino sottratto alla madre per "presunti maltrattamenti" che non hanno mai trovato conferma con l'accertamento di un processo penale

Bambino sottratto alla madre per “presunti maltrattamenti” che non hanno mai trovato conferma con l’accertamento di un processo penale: fissato per questa mattina il processo d’Appello.

“Ridatemi mio figlio”: il grido di dolore di una madre

“Il cuore di una mamma non ragiona, vi supplico: ridatemi mio figlio”, è questo il grido di aiuto di mamma Daniela che da tre anni lotta per riavere il suo bambino. Il piccolo vive in una casa famiglia perché nel 2018 il Tribunale per i minorenni di Napoli, attraverso una sentenza, lo dichiarò adottabile.

“La vicenda è frutto delle indagini eseguite dai Servizi sociali di Santa Maria Capua Vetere secondo cui il bambino viveva in uno stato di abbandono. Per gli assistenti il piccolo era anche vittima di presunti maltrattamenti, accuse però infondate e mai provate e chiunque conosca la signora Pellegrino sa che è una madre attenta, premurosa, amorevole e apprensiva”, -conferma l’avvocato Giuseppe Alesci, che assiste la donna.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button