Cronaca

Manca la barella per la figlia, padre aggredisce infermiere all’ospedale di Caserta

Caserta, infermiere aggredito all'ospedale dal padre di una paziente perché mancava la barella per la figlia

Attimi di paura a Caserta dove un infermiere sarebbe stato aggredito. È quanto accaduto all’ospedale Civile di Caserta, teatro dell’ennesimo episodio di violenza in corsia. Ad aggredire l’operatore sanitario è stato il padre di una paziente, scagliatosi contro l’infermiere perché mancava la barella per la figlia.

Infermiere aggredito all’ospedale di Caserta

L’uomo è andato su tutte le furie quando gli è stato detto che non c’era una barella per la figlia. A farne le spese è stato un infermiere impegnato nel triage. L’uomo aveva portato in ospedale la figlia, colta da un improvviso malore. Improvvisamente, forse a causa della preoccupazione, delle lunghe attese e della mancanza di attrezzature l’uomo si è lasciato prendere dalla rabbia. Prima ha preso a pugni un vetro del triage e poi ha rivolto la sua ira a un malcapitato infermiere che nonostante le rassicurazioni a quanto pare sarebbe stato aggredito.

L’aggressione ad Aversa

È dello scorso 16 giugno la notizia di un’aggressione avvenuta al pronto soccorso dell’ospedale di Aversa. L’aggressione è avvenuta poco dopo la mezzanotte dove l’infermiere in servizio viene colpito al volto: solo grazie al tempestivo intervento della guardia giurata si è evitato il peggio.

Articoli correlati

Back to top button