Cronaca

Caserta, non accetta la nuova relazione dell’ex moglie: “Vi squarto vivi”

Non accetta la nuova relazione dell'ex moglie e la minaccia tramite messaggi audio su WhatsApp. In manette 24enne

I carabinieri della stazione di via Adua danno esecuzione al provvedimento cautelare emesso dal Tribunale di Napoli. Il 24enne casertano domiciliato a Reggio Emilia è accusato di maltrattamenti in famiglia. Non ha accettato la fine del matrimonio ma soprattutto la decisione dell’ex moglie di intraprendere una nuova relazione e per questo motivo un 24enne , nello scorso mese di ottobre, si è macchiato di una serie di gravi condotte consistenti in atteggiamenti vessatori, continue telefonate insistenti, messaggi audio su WhatsApp e gravi minacce di morte.

Minaccia di morte l’ex moglie che ha intrapreso una nuova relazione

Condotte vessatorie e minacciose quelle compiute dal 24enne in conseguenza delle quali la competente Procura della Repubblica, condividendo con le risultanze investigative dei carabinieri, ha richiesto e ottenuto dal Gip del Tribunale di Napoli Nord, l’applicazione nei confronti dell’uomo, della misura cautelare della custodia cautelare in carcere.

Le accuse

Pesanti le accuse contestate all’uomo ritenuto responsabile di reiterate condotte maltrattanti nei confronti della donna 28enne. Minacce e numerosi messaggi scritti e vocali con minacce sempre più gravi nel contenuto e nei toni utilizzati tra i quali ‘‘io ti squarto viva”, ”fai conto che la tua casa è già appicciata con la benzina’‘, ”vi squarto vivi” etc.

La denuncia

Gravi condotte delittuose quelle accertate a carico del 24enne che hanno portato i carabinieri a cui la donna si è rivolta alla sua denuncia con la Procura che, condividendo con gli esiti investigativi dei carabinieri, ha richiesto e ottenuto dal GIP del Tribunale partenopeo, l’odierno provvedimento di natura cautelare che l’altra sera è stato eseguito dai carabinieri di Reggio Emilia Santa Croce nel cui territorio l’uomo vive. Il 24enne rintracciato dai carabinieri reggiani è stato quindi arrestato e al termine delle formalità di rito è stato condotto nel cercare di Reggio Emilia

Articoli correlati

Back to top button