Cronaca

Caserta, morto a 39 anni dopo essere caduto con il muletto: 3 rinviati a giudizio

Morto a 39 anni a Pastorano, in provincia di Caserta, dopo essere caduto da una piattaforma a 3 metri di altezza con il muletto

Ancora un incidente sul lavoro, morto a 39 anni a Pastorano, in provincia di Caserta, dopo essere caduto da una piattaforma a 3 metri di altezza con il muletto: sono stati rinviati in 3 a giudizio.

Caserta, morto dopo essere caduto con il muletto

Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha rinviato a giudizio tre persone per la morte, avvenuta in seguito ad un infortunio sul lavoro, del 39enne Antonello Migliaccio: morto nel marzo 2019 mentre effettuava dei lavori all’interno del capannone della ” Multicedi”. Il gup ha rinviato al dibattimento, che inizierà il 2 maggio prossimo: il 63enne Pietro Ragozzino, legale rappresentante della società, committente dei lavori e proprietario del capannone, Salvatore Luiso, 59 anni, legale rappresentante della “Due Elle Multiservizi”, ditta cui erano stati commissionati i lavori, e Gennaro Rossi, 43 anni, coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione. I tre rispondono di omicidio colposo e violazioni alle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Articoli correlati

Back to top button