Cronaca

Tampone in una parafarmacia, arrivano i Nas: caos in provincia di Caserta

Caserta, arrivano i Nas nella parafarmacia: cos'è successo. Il figlio del titolare ha aiutato una cliente a fare il tampone

Caos in una parafarmacia della provincia di Caserta dove sono arrivati i Nas dopo che una cliente è risultata positiva al tampone. Va ricordato che ad oggi, la legge non consente di effettuare tamponi nelle parafarmacie, anche se il governo sta pensando di estendere questa possibilità anche alle parafarmacie.

Caserta, arrivano i Nas nella parafarmacia

Il titolare dell’attività ha spiegato che il figlio ha aiutato una cliente a fare il tampone, perché non si sentiva bene. Risultata positiva, il figlio del titolare ha invitato la donna ad allertare il suo medico di base per avviare il protocollo Covid. La donna, invece, si sarebbe recata in un’altra farmacia della zona ed ha ripetuto il test dove è risultata negativa come riportato da Casertace.

Il racconto

“Dopo tutto ciò, hanno segnalato mio figlio ai carabinieri per aver commesso un presunto abuso e sono arrivati i Nas. Noi siamo a disposizione della magistratura e chiariremo tutto dinanzi al giudice chi ha sbagliato pagherà come verranno fuori tutte attività illecite della nostra amata concorrenza che da tempo ci vuole far cambiare paese. In tutto ciò poi la donna ha rifatto il test per la terza volta in una struttura clinica di Piedimonte ed era veramente positiva” ha spiegato il titolare.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button