Cronaca

Caserta: riammessi a concorso gli infermieri precari

I 61 infermieri precari di Caserta sono stati riammessi al concorso pubblico, lo ha deciso il Consiglio di Stato

Gli infermieri precari di Caserta sono stati riammessi a concorso, lo ha deciso il Consiglio di Stato. Il concorso pubblico in questione era finalizzato all’assunzione a tempo indeterminato di 60 Operatori Socio Sanitari. La procedura è stata impugnata da 61 infermieri e operatori socio sanitari precari, che contestavano la mancata riserva per la stabilizzazione del personale precario.

Gli infermieri precari di Caserta sono stati riammessi a concorso

Il Consiglio di Stato bacchetta l’azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” per il concorso pubblico finalizzato all’assunzione a tempo indeterminato di 60 Operatori Socio Sanitari. Una procedura impugnata da 61 infermieri e operatori socio sanitari precari, che contestavano la mancata riserva (almeno in misura del 50%) proprio per la stabilizzazione del personale precario.

Caserta infermieri riammessi a concorso

La decisione del Consiglio di Stato

A fine ottobre un decreto del presidente della terza sezione di Palazzo Spada, Franco Frattini, ne aveva invece disposto l’ammissione con riserva. Cosa che al momento non è avvenuta. Per cui, accogliendo un ricorso per l’ottemperanza, il Consiglio di Stato ha ordinato all’azienda ospedaliera casertana di formalizzare la riammissione entro 15 giorni.

L’Anzienda sanitaria di Caserta è stata condannata alle spese

In mancanza dovrà intervenire il Prefetto, quale commissario ad acta. Azienda condannata anche alle spese di giudizio (tremila euro).

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button