Cronaca

Una parafarmacia a Caserta effettuava tamponi abusivi | Blitz del Nas

Una parafarmacia a Caserta effettuava tamponi abusivi: blitz del Nas e sequestro di 62 test antigenici per effettuare i tamponi

Una parafarmacia in provincia di Caserta effettuava abusivamente tamponi Covid e nel corso di un controllo, i Carabinieri del Nas, hanno individuato la violazione delle disposizioni sui tamponi e test antigeni rapidi. Ordinato il sequestro di 62 test antigenici per uso professionale utilizzati per l’esecuzione dei tamponi al pubblico.

Parafarmacia a Caserta effettua tamponi abusivi: blitz del Nas

Nel corso dell’ultimo fine settimana, i carabinieri del Nas di Caserta sono stati impegnati in controlli sulla corretta attuazione delle disposizioni sui test antigenici rapidi. In una parafarmacia, le forze dell’ordine, hanno sequestrato 62 test antigenici per uso professionale utilizzati per effettuare i tamponi al pubblico, sebbene non autorizzata perché sprovvista di locali idonei all’esecuzione e il titolare privo di credenziali per l’inserimento dell’esito del test su sistemi sanitari per il rilascio del Green Pass.

La normativa vigente e le disposizioni sulle parafarmacie

La normativa vigente e le disposizioni non includono le parafarmacie tra i centri abilitati ma solo le farmacie aperte al pubblico e le strutture sanitarie individuate con lo specifico protocollo d’intesa. I controlli del Nas sono stati anche segnalati agli organi competenti sia regionali che locali. La violazione del farmacista prevede una sanzione fino a 10mila euro, mentre il valore complessivo dei test sequestrati ammonta a 600 euro. Nella provincia sono state controllate altre 10 strutture che effettuano test rapidi antigeni, risultate tutte in regola.

Articoli correlati

Back to top button