Cronaca

Caserta, investe e uccide un lavavetri per vendetta: la condanna

Giovanni Buonanno, il 23enne accusato di aver ucciso un lavavetri per vendetta, è stato condannato a 16 anni di reclusione, pena calcolata in base alla riduzione del rito abbreviato.

Investe e uccide un lavavetri per vendetta

Si è concluso il processo a carico di Giovanni Buonanno, 23 anni, accusato dell’omicidio di Modou Diop, un lavavetri senegalese investito dall’imputato nel febbraio scorso su viale Carlo III.

Il pm Patrizia Imperato aveva chiesto la pena a 30 anni di reclusione ma il gup Nicoletta Campanaro ha ritenuto applicare le attenuanti sulla base della confessione resa nell’immediatezza dal giovane che ha sempre sostenuto di non aver mai voluto uccidere intenzionalmente l’immigrato.

I fatti

Stando alla dinamica agli atti del processo, prima del tragedia, il senegalese avrebbe sferrato un pugno sull’auto di Buonanno dopo il diniego dell’imputato a farsi lavare i vetri.

Articoli correlati

Back to top button