Cronaca

Castel Volturno, dissequestrati due stabilimenti balneari

Castel Volturno, scatta il dissequestro per due dei dieci lidi sequestrati lo scorso 14 aprile dalla Guardia di Finanza

Scatta il dissequestro per due lidi di Castel Volturno. Si tratta della spiaggia D’Angelo e del Lido Gallo. Sono infatti stati accolti i ricorsi nell’udienza al Tribunale del Riesame, con la Terza Sezione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere che ha accolto la richiesta di riesame reale nell’interesse dei titolari degli stabilimenti balneari Lido Gallo e Spiaggia D’Angelo, avverso il decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip Sergio Enea del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere lo scorso 9 aprile in relazione al reato di abusiva occupazione di spazio demaniale.

Castel Volturno, dissequestro per due lidi

Recentemente infatti i militari della Guardia di Finanza avevano sequestrato 10 stabilimenti balneari operanti in modo abusivo su un’area del Demanio Marittimo di circa 75mila metri quadrati a Castel Volturno. Nell’ambito di un’attività di controllo sulla validità delle concessioni demaniali marittime e sul pagamento del canone da parte dei concessionari, dalle indagini effettuate dalle fiamme gialle i lidi indagati nel periodo da gennaio 2012 al mese di aprile 2021.

L’indagine

Gli stabilimenti avrebbero indebitamente sfruttato ingenti porzioni di spiagge del Litorale Domitio per i propri scopi imprenditoriali in assenza di un valido titolo concessorio, omettendone in molti casi il versamento del relativo canone. Infatti le concessioni originariamente concesse dall’Ente Gestore sono risultate essere scadute e mai espressamente rinnovate o prorogate ed in taluni casi revocate da anni da parte del Comune di Castel Volturno anche per inadempimento dell’obbligo di pagamento del canone concessorio.

Articoli correlati

Back to top button