Cronaca

Clemente Crisci accusato di violenza sessuale su una 14enne, la difesa degli amici: “È un bravo ragazzo”

Violenza sessuale, San Felice a Cancello sotto shock per Clemente Crisci: "Clemente è un bravo ragazzo, stentiamo a credere a quanto accaduto"

Shock a San Felice a Cancello per la vicenda che vede coinvolto il giovane calciatore Clemente Crisci, accusato di violenza sessuale su una 14enne. Il calciatore la scorsa estate è passato alla Salernitana che lo ha poi girato in prestito al Messina dove gioca con Carmine Cretella, di San Giorgio a Cremano, il quale avrebbe partecipato alla violenza sessuale sulla 14enne in provincia di Messina.

Clemente Crisci accusato di violenza sessuale, la difesa di San Felice a Cancello

Una notizia che – come riportato dall’edizione odierna de Il Mattino – ha messo sotto shock la comunità di San Felice a Cancello dove Crisci è calcisticamente cresciuti. I suoi ex compagni di squadra stentano a credere alle accuse mosse nei confronti del giovane calciatore: “Clemente è un bravo ragazzo, stentiamo a credere a quanto accaduto e siamo fiduciosi che riuscirà a dimostrare la sua innocenza”.

Violenza sessuale a Messina, indagati due calciatori campani

Clemente Crisci è originario di Forchia, provincia di Benevento, ma è cresciuto a San Felice a Cancello. Il suo cartellino è di proprietà della Salernitana che la scorsa estate lo ha girato in prestito al Messina. La Procura di Messina sarebbe pronta a chiedere il processo per i due calciatori.

La testimonianza

Il fascicolo d’indagine contiene anche la testimonianza della vittima di 14 anni. La giovane avrebbe parlato di un ragazzo che le avrebbe vietato di “uscire dalla stanza” dove si trovava, con Crisci che l’avrebbe “costretta a subire atti sessuali”. Nei confronti di Cretella le accuse sono altrettanto gravi anche se meno marcate.

 

Articoli correlati

Back to top button