Cronaca

Coca-Cola ferma lo stabilimento di Marcianise: tutti a pulire le spiagge di Mondragone

Il progetto di sensibilizzazione ambientale in collaborazione con Marevivo

Coca Cola si ferma per pulire le spiagge di Mondragone dalla plastica. L’iniziativa promossa da Monica Rispoli, salernitana, classe ‘82, è plant manager dell’insediamento di Marcianise di Coca-Cola Hbc Italia, per “sensibilizzazione sulla cura dell’ambiente“.

Blue Day: Coca Cola si ferma per il bene dell’ambiente

La numero uno dell’impianto di Marcianise – oltre 210.000.000 i litri prodotti annualmente tra Coca-Cola, Fanta, Sprite e Fuzetea nei formati vetro, Pet e lattine – è protagonista di un’iniziativa che ha probabilmente pochi eguali nel sistema imprenditoriale non solo campano. Questa mattina, infatti, si terrà uno speciale Blue Day dedicato alla conservazione dell’ecosistema marino, realizzato da Coca-Cola con Marevivo .

Lo stabilimento di Terra di lavoro fermerà le macchine per un giorno, permettendo a tutti i 100 dipendenti impegnati sulle produttive (che hanno aderito su base volontaria e durante l’orario di lavoro) “di aiutare a preservare le bellezze costiere attraverso un semplice gesto di pulizia delle spiagge di Mondragone, recuperando rifiuti abbandonati affinché possano essere correttamente smaltiti e, laddove possibile, riciclati per avere una seconda vita“.

Il progetto Blue Activities

L’iniziativa rientra nel programma “Blue Activities“, ideato e realizzato da Marevivo “con il supporto non condizionato di The Coca-Cola Foundation , che negli ultimi anni ha visto l’associazione ambientalista impegnata in numerose azioni di pulizia del litorale italiano, coniugate — appunto — ad attività di educazione all’ambiente e alla sostenibilità.

Da anni, come azienda, stiamo investendo per rendere sempre più concreto il concetto di economia circolare lavorando su tutti gli aspetti del business, dalla produzione fino ai punti vendita dei nostri clienti. Con iniziative come quella di oggi possiamo fare un ulteriore passo avanti. Per cui ringrazio Marevivo per averci supportati nell’organizzarla“, spiega ancora Rispoli.

L’impegno di Coca Cola Company

La collaborazione su Blue Daysi inserisce all’interno della strategia di sostenibilità di lungo periodo di Coca-Cola, chiamata World Without Waste, che include chiari obiettivi globali per eliminare lo spreco“. In Italia, precisa sempre l’azienda, “tutte le confezioni prodotte dall’azienda sono già 100% riciclabili e sono state introdotte le nuove bottiglie realizzate con il 100% di plastica riciclata (rPet) per diversi marchi del proprio portafoglio prodotti, per un totale di 150 milioni di confezioni realizzate nel 2021“.

Un ulteriore passo avantiè stato fatto anche sull’imballaggio secondario, quello non a diretto contatto con il prodotto, con la recente introduzione di KeelClip™, l’innovativo sistema di imballaggio in carta 100% riciclabile, che permette di eliminare completamente l’involucro in plastica dalle confezioni multiple di lattine“. Inoltre, “dopo Fanta, è stato rimosso il colore anche dalle bottiglie di Sprite, al fine di rendere più facile il riciclo in nuove bottiglie trasparenti“.

Fonte: Il Corriere

Articoli correlati

Back to top button