Cronaca

Concorso per Vigili urbani, escluso perché la commissione non accetta tampone antigenico

La commissione d'esame esclude a Mondragone dal concorso per Vigili urbani perché non accetta il tampone antigenico

La commissione d’esame esclude a Mondragone dal concorso per Vigili urbani perché non accetta il tampone antigenico. Il 37enne ha effettuato il tampone lo stesso giorno in cui si teneva la prova scritta, ma per gli esaminatori il test andava effettuato il giorno prima.

Esclude dal concorso per Vigili urbani perché non accetta il tampone

Sta facendo discutere una intera comunità l’esclusione dal concorso per l’assunzione, mediante prova selettiva pubblica per titoli ed esami, di numero 20 Agenti di Polizia Municipale di Mondragone di un giovane 37enne, tenutosi ieri, 2 dicembre 2021 presso il Palazzetto dello Sport, con inizio alle ore 9:00. A Giuseppe D.R. non gli è stato permesso di accedere alla prova scritta perché, secondo quanto da lui stesso raccontato, i membri della Commissione, non avrebbero accettato il test del tampone antigenico eseguito in mattinata ma che invece andava eseguito il giorno prima.

Il test del tampone

Va precisato che il test del tampone era obbligatorio anche per i vaccinati e secondo la normativa vigente in merito ai concorsi pubblici, può essere eseguito entro le 48 ore dal verificarsi dell’evento, per cui Giuseppe era in regola. Secondo invece i rumors, e solo di ciò possiamo parlare, le cose sarebbero andate diversamente. Al giovane potrebbe essergli stato contestato l’inattività del green pass poiché Giuseppe si sarebbe sottoposto alla prima dose del vaccino anti Covid appena il giorno prima la data del concorso.

Il caso

Nel caso di Giuseppe i 15 giorni per l’attivazione del green pass non erano ancora trascorsi e questo avrebbe indotto i Commissari ad escluderlo dalle prove concorsuali. A quanto pare agli atti non vi sarebbe nessun verbale di Commissione che “tracci” l’esclusione dal concorso del giovane visto anche l’intervento di una pattuglia dei carabinieri della locale stazione. Oltre al fatto specifico, numerose altre polemiche stanno investendo Bonuglia che dal suo concorso ha escluso le prove obbligatorie di inglese e di informatica. Insomma, tra una ciliegina che tira l’altra, il concorso ha già la sua graduatoria di merito in cui spiccano i nomi di tutti i vigili stagionali, tranne due, ma nulla più oramai ci stupisce.

Articoli correlati

Back to top button