Cronaca

Coronavirus, l’Asl di Caserta cerca hotel per isolare gli asintomatici

Coronavirus, l’Asl di Caserta cerca hotel nel caso ci fosse la necessità di isolare gli asintomatici che non vivono in sicure condizioni per seguire in maniera opportuna la quarantena.

Caserta, l’Asl cerca hotel per la quarantena

«L’unico caso che si è presentato in provincia è stato quello di Mondragone – spiega il direttore dell’Asl di Caserta, Ferdinando Russo -. Ma siamo riusciti a contenere il focolaio. Nel caso dovesse ripresentarsi quella circostanza, avremo bisogno di strutture alberghiere per garantire una buona quarantena». Strutture alberghiere simili a quella dove ora si trovano i sette migranti di Villa Literno, tutti positivi al Covid e asintomatici.

I numeri

Un solo caso positivo è stato registrato dal report ufficiale dell’Asl casertana e con questi, anche quattro guarigioni, tutte proprio del comune di Mondragone, che ora è a quota 58 positivi. Dunque il numero dei contagiati in tutta la provincia dall’inizio dell’emergenza è di 614 persone, con 466 guariti. I cittadini attualmente positivi sono 103, mentre quelli in quarantena obbligatoria sono 164 per il secondo giorno consecutivo.

Strutture alberghiere per la quarantena

«L’ente regionale ha inviato le Asl a individuare strutture alberghiere nel caso dovesse ripresentare una circostanza simile a quella dei Palazzi ex Cirio, dove non era garantito l’isolamento, cosa dovuta anche dal comportamento della persona non solo dall’abitazione», tiene a precisare il direttore dell’Asl Russo. «Se necessario, dovremmo trovare strutture adeguate. L’azienda ha immobili dismessi, ma vanno ristrutturati e servirebbe un anno».

Articoli correlati

Back to top button