Cronaca

Primo caso di coronavirus ad Aversa: tampone anche per i conviventi

Primo caso di coronavirus ad Aversa. L’annuncio arriva direttamente dal sindaco della cittadina casertana, Alfonso Golia, il quale ha aggiornato i cittadini aversani con un video.

Coronavirus ad Aversa, il primo caso

“Un cittadino aversano è risultato positivo al tampone per il coronavirus Covid-19 e al momento è in quarantena domiciliare. L’ho sentito al telefono e sta bene. A scopo precauzionale saranno sottoposti a tampone anche i conviventi, è in atto l’indagine epidemiologica da parte del dipartimento di prevenzione. Vi terrò aggiornati nel merito” ha dichiarato il primo cittadino.

L’annuncio

“Quello che mi preme dirvi è che le nuove disposizioni da parte del Governo impongono stringenti restrizioni che tutti noi abbiamo l’obbligo e il dovere di osservare senza se e senza ma. In questo momento è fondamentale non farsi prendere dal panico e ansie ingiustificate. Affollare i supermercati, come purtroppo è avvenuto stanotte, non serve a nulla e aumenta il rischio di epidemia”.

Le disposizioni

“I negozi di alimenti, beni e farmacie  non saranno chiusi e vi ricordo che in molti hanno attivato il servizio a domicilio. Siamo al lavoro incessantemente e monitoriamo la situazione 24 ore su 24. È il momento di mettere da parte i personalismi e pensare all’unica priorità: la salute. Nostra e di chi ci sta accanto. Comportamenti scellerati, oltre che incorrere in sanzioni penali, espongono tutti a un rischio enorme. Invito tutti a tenerlo bene a mente.


Coronavirus, test negativi a Mondragone: 24 casi registrati in provincia


Se ci atteniamo rigidamente a quanto disposto, – conclude – se facciamo questo ennesimo sacrificio, se pratichiamo comportamenti responsabili…Ne usciremo. La curva di contagio diminuisce drasticamente nei luoghi del mondo dove si sono applicate rigidamente le disposizioni. È così sarà da noi. Vedrete, ce la faremo! Come sempre, continuerò a tenervi aggiornati”.

Articoli correlati

Back to top button