Cronaca

Coronavirus, nuovi contagi a San Tammaro e a San Nicola

Nuovi contagi da Coronavirus nel casertano. Terzo caso positivo per il territorio di San Nicola La Strada e due nuovi contagi a San Tammaro. A comunicarlo i sindaci delle rispettive zone.

Coronavirus, nuovi contagi tra San Tammaro e San Nicola

Il primo cittadino di San Nicola La Strada, Marotta, ha annunciato il terzo caso positivo al Coronavirus: “Mi è stata comunicata stanotte la notizia spiacevole di un terzo caso di Covid-19 nel territorio di San Nicola la Strada. Si tratta di una persona anziana, di 76 anni, con febbre alta e con patologie pregresse che rendono particolarmente difficile il suo caso.

A lei e ai suoi familiari la mia personale solidarietà e l’augurio di superare positivamente la malattia.
Le misure di precauzione sono state adottate tempestivamente e con particolare attenzione: la quarantena è stata estesa anche ai familiari non conviventi, e l’Asl sta sottoponendo a ricerca epidemiologica i contatti man mano che viene ricostruita la rete di rapporti.

Stiamo facendo tutti gli sforzi per mantenere sotto controllo la situazione sanitaria nel nostro Comune, che risulta finora soddisfacente. Per gli altri due concittadini ricoverati, non ci sono novità di rilievo: le loro condizioni sono stazionarie e speriamo possano migliorare.

Continuerò a tenervi informati man mano che giungono le informazioni ufficiali”.

Il primo cittadino di San Tammaro

Il primo cittadino di San Tammaro, Ernesto Stellato, ha comunicato altri due contagi da Coronavirus, un marito e una moglie. La nota del Sindaco:

“Altri due concittadini sono risultati positivi risultano contagiati dal Virus. Sono i nostri concittadini che hanno effettuato ieri mattina il tampone. I due sono marito e moglie e non avevano rapporti con altri cittadini Tammaresi da più di trenta giorni.

Erano in quarantena obbligatoria dopo essere rientrati da fuori San Tammaro. Manteniamo le distanze è l’unico sistema per non trasmettere il virus”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button