Senza categoria

Coronavirus, nuovi positivi a Santa Maria a Vico e Castel Volturno

Nuovi i casi positivi da coronavirus in provincia di Caserta. Dopo i nuovi test effettuati all’ospedale Cotugno di Napoli, sono giunte ulteriori comunicazioni ai sindaci di Santa Maria a Vico Castel Volturno di nuovi casi di contagio.

Coronavirus, due casi a Santa Maria a Vico

Il sindaco di Santa Maria a Vico Andrea Pirozzi, appena presa la notizia, ha convocato il Coc (Centro operativo comunale) per attuare tutti i provvedimenti necessari. I due nuovi casi si aggiungono al paziente già contagiato nei giorni scorsi.

Coronavirus, tre casi a Castel Volturno

Si è raggiunta quota 3 anche a Castel Volturno. A confermarlo è il sindaco Luigi Petrella. Attualmente a Castelvolturno sono stati riscontrati tre casi di coronavirus: la donna di Mondragone ricoverata presso la struttura sanitaria di Pineta Grande, trasferita alla struttura ospedaliera del Cotugno; una coppia di coniugi, il marito di ritorno da Milano per lavoro e la moglie che soggiornava con il padre di lui.

Tutti e tre sono stati posti in quarantena presso la propria abitazione in località Pinetamare e sono costantemente monitorati dal presidio operativo dell’Asl. Anche per il padre è stato predisposto dall’ASL la richiesta di eseguire il tampone, che sarà effettuato in giornata”.



Il post

Carissime concittadine, carissimi concittadini, tengo ad informarvi sugli sviluppi del coronavirus sul nostro territorio. Vi chiedo di divulgare e riportare le informazioni sopratutto a coloro che non utilizzano i social, alle persone anziane, parenti ed amici.

Vi comunico che attualmente, a Castelvolturno sono stati riscontrati tre casi positivi di coronavirus, la Signora di Mondragone ricoverata presso la struttura sanitaria di Pinetagrande, tutt’ora trasferita alla struttura ospedaliera del Cotugno, ed una coppia di coniugi, il marito di ritorno da Milano per lavoro e la moglie che soggiornava con il padre di lui, tutti e tre sono stati posti in quarantena presso la propria abitazione in località Pinetamare, sono costantemente monitorati dal presidio operativo dell’ASL e sono attenzionati e vigilati dalle forze di polizia e dagli uomini della protezione civile, anche per il padre è stato predisposto dall’ASL la richiesta di eseguire il tampone, che sarà effettuato in giornata.

Vi chiedo di perseguire nel rispetto rigoroso delle regole, evitare qualsiasi contatto sociale, vi esorto a restare chiusi in casa ed uscire solo per lo stretto necessario, non fatevi assolutamente assorbire dalla negatività è fondamentale non creare allarmismi la situazione è costantemente attenzionata.

Ringrazio tutte quelle persone che devono per forza di cose proseguire nelle loro attività e nel loro lavoro, coloro che tutti i giorni sono al “contatto” con la popolazione, iniziando dal personale sanitario, alle associazioni, agli uomini della Protezione civile, agli agenti delle Forze dell’ordine, nonche a coloro che con il loro lavoro ci permettono la pur minima “normalità”. RESTIAMO A CASA e quanto prima ritorneremo alla normalità.. osserviamo le regole ed andrà tutto bene..

Dobbiamo rispettare scrupolosamente tutte le indicazioni elencate nelle ordinanze. Resto continuamente in contatto con le Autorità Sanitarie competenti che mi aggiornano di continuo sulle evoluzioni dei casi attenzionati.. L’amministrazione sta comunque lavorando per mettere in campo tutte le azioni di sostegno ai cittadini che si trovassero in difficoltà. Anche se virtualmente, confido nel desiderio di un caloroso abbraccio.. vi terrò aggiornati se ci sarranno nuove notizie.. teniamo duro che alla fine ne usciremo piu forti di prima.. e ricordatevi… RESTIAMO A CASA PER IL BENE DI TUTTI NOI .. GRAZIE #Uniticelafaremo”

 


Coronavirus, i casi in provincia di Caserta

Il conteggio totale in provincia di Caserta arriva a quota 62:

  • 17 a Santa Maria Capua Vetere (tra cui uno deceduto),
  • 5 a Bellona (una poi risultata negativa alle controanalisi);
  • 5 a Mondragone (tra cui un deceduto ed uno risultato negativo alle controanalisi);
  • 3 a Villa Literno;
  • 3 a Santa Maria a Vico;
  • 2 a Sant’Arpino;
  • 2 ad Aversa;
  • 2 a Castel Volturno;
  • 2 a San Prisco (tra cui un deceduto);
  • 2 a Falciano del Massico;
  • 2 a Casagiove;
  • 2 a Caserta;
  • 2 a Francolise;
  • 2 a Cesa;
  • 1 a Marcianise;
  • 1 a Capua;
  • 1 a Casal di Principe;
  • 1 a Orta di Atella;
  • 1 a Parete;
  • 1 a Lusciano;
  • 1 a Vitulazio;
  • 1 a Portico di Caserta;
  • 1 a Capodrise;
  • 1 a Curti;
  • 1 a San Tammaro

A questi vanno aggiunti un anziano napoletano che era ricoverato all’ospedale di Marcianise ed una donna che lavorava in un’azienda nella zona industriale di Carinaro

 


Leggi anche

Articoli correlati

Back to top button