Cronaca

Covid in carcere, il tampone risulta positivo e scatena la sommossa dei detenuti: feriti due agenti

Il tampone risulta positivo al Covid nel carcere di Santa Maria Capua Vetere e scatena la sommossa dei detenuti: feriti due agenti

Il tampone risulta positivo al Covid nel carcere di Santa Maria Capua Vetere e scatena la sommossa dei detenuti: sono rimasti feriti due agenti della penitenziaria. Il segretario Generale del SAPPE Donato Capece ricorda che da mesi il SAPPE denuncia le gravi violenze contro i poliziotti delle carceri italiane.

Covid in carcere, scatena la sommossa dei detenuti

Nella serata di ieri si è verificato un’aggressione nel Reparto Tevere. Il tampone positivo di un detenuto in partenza è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. I detenuti, stranieri, del terzo piano hanno inscenato una sommossa, devastando la corsia della Sezione detentiva ed aggredendo con violenza due Agenti. Il Comandante del Reparto è stato costretto a ritirare il personale dalla sezione e chiudere il cancello di sbarramento. I colleghi feriti hanno dovuto far ricorso alle cure del pronto soccorso dell’Ospedale Civile.

La denuncia

Il segretario Generale del SAPPE Donato Capece ricorda che da mesi il SAPPE “denuncia le gravi violenze contro i poliziotti delle carceri italiane, sempre più spesso aggrediti, minacciati, feriti, contusi e colpiti con calci e pugni da detenuti e la mancata assunzione di provvedimenti in materia di ordine e sicurezza delle carceri da parte del Ministero della Giustizia a tutela degli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria, sintomo evidentemente di una mancanza di progettualità dell’esecuzione della pena e, in questo, contesto del ruolo dei Baschi Azzurri”.

Articoli correlati

Back to top button