Cronaca

Covid, minacciata perché positiva: insulti a una donna di Cesa

Covid, donna minacciata dai vicini di casa perché positiva. La storia di una cittadina di Cesa che ha contratto il virus

Cesa una donna è stata minacciata perché positiva al Covid. L’episodio è stato denunciato dal sindaco Enzo Guida, il quale ha raccontato delle minacce e degli insulti ricevuti dai vicini di casa della donna, rea di aver contratto il Coronavirus.

Covid, donna minacciata perché positiva: il caso a Cesa

“Mi è stato segnalato un episodio brutto ed increscioso. Avere il Covid non deve essere ne una vergogna ne deve essere motivo di discriminazione” scrive il primo cittadino, raccontando: “Una nostra concittadina, positiva al Virus, secondo quel che mi hanno segnalato i familiari, è stata insultata e minacciata dai suoi vicini. Dobbiamo restare umani, dobbiamo essere civili.

Contrarre il Covid non è una colpa, soprattutto quando questa infezione ha assunto i caratteri della diffusione mondiale. Mi auguro che ciò non accada più, ma soprattutto si comprenda che dobbiamo dare una mano a chi soffre, chi sta combattendo una battaglia difficile, contro un nemico invisibile e subdolo. Deve vincere l’intelligenza e non la paura”.

La situazione Covid a Cesa

“Registriamo un aumento considerevole di positivi. In poche ore siamo passati dai 29 positivi di ieri agli attuali 37. Un incremento preoccupante, un dato da tenere sotto controllo. La piattaforma Sinfonia ci indica che, sino ad oggi, sono 1718 i cittadini che si sono vaccinati” ha spiegato il sindaco.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button