Cronaca

Detenuto ingoia lamette, moglie prova a salvargli la vita

Detenuto ingioia lamette, appello della moglie per salvargli la vita: l'uomo aveva iniziato a camminare con tra lamette in bocca

Un detenuto ingioia delle lamette, e ora scatta l’appello della moglie. Ciro Esposito aveva tentato il suicidio a Benevento, poi è stato trasferito a Santa Maria Capua Vetere prima e a Secondigliano poi, prima di arrivare a Spoleto. La moglie – come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino –  avrebbe pubblicato le immagini su Tiktok di un colloquio al telefono con il marito.

Detenuto ingioia lamette, appello della moglie

La donna ora avrebbe chiesto un provvedimento per salvare la vita al marito. Quest’ultimo, dopo la mattanza del carcere di Santa Maria Capua Vetere, temendo altre rappresaglie ha iniziato a camminare con tra lamette in bocca. “Se mi picchiate, potrei ingoiarle” era il messaggio del detenuto che voleva autotutelarsi.

Articoli correlati

Back to top button