Cronaca

Discariche abusive nel comune di Maddaloni, nel terreno c’era amianto

In giornata i Carabinieri della Forestale di Marcianise hanno ritrovato delle discariche abusive di rifiuti pericolosi interrati.

L’intevento delle forze dell’ordine

I Carabinieri della Forestale di Marcianise a seguito di solleciti inteventi del Direttore dei Lavori, di due distinte opere pubbliche in quanto hanno trovato, durante i lavori di escavazione, delle discariche abusive di rifiuti pericolosi interrati.

Il sequestro

I due cantieri sono stati immediatamente sequestrati dai Carabinieri Forestali. Nella prima discarica di circa 600mq, ubicata alla località “Masseria Fabbriche” del comune di Maddaloni è stato trovato uno strato di circa 80 cm di rifiuti, costituiti da resti frantumati di batterie per automezzi esauste. Durante l’operazione è stata avvertita la caratteristica maleodoranza dell’acido solforico che era contenuto nelle batterie che ha comportato un deterioramento significativo del suolo.

Il secondo cantiere

La seconda area dell’estensione di circa 350mq, situata nella località “Calabricito” del comune di Maddaloni, interessata dai lavori di scavo per la bonifica bellica e caratterizzazione del terreno, il cui suolo era finalizzato alla realizzazione dello scalo ferroviario Interporto Sud Europa.

In quest’altro sito sono emersi dal sottosuolo dei rifiuti, costituiti da materiali provenienti da interventi di demolizioni e disfacimenti edilizi con una consistente presenza di amianto, fino ad una profondità di circa 2 metri.

La custodia delle discariche

Delle due discariche abusive poste in sequestro, distanti tra di loro in linea d’aria circa 3700 metri, la prima è stata affidata in custodia al Comune di Maddaloni (CE) e la seconda al Direttore dei Lavori degli interventi di ampliamento dell’Interporto Sud Europa.

Articoli correlati

Back to top button