Cronaca

Doppio omicidio di camorra a Santa Maria Capua Vetere: confermato l’ergastolo per Michele Zagaria

Doppio omicidio di camorra a Santa Maria Capua Vetere: la Corte d’Appello ha confermato l’ergastolo per il boss Michele Zagaria. Riformulata la sentenza per i pentiti Antonio Iovine ‘o ninno e Giuseppe Misso.

Santa Maria Capua Vetere, doppio omicidio di camorra: ergastolo per Michele Zagaria

Sono state confermate nove condanne e ridotte le pene per due collaboratori di giustizia: è quanto emesso dalla quarta sezione della Corte di Assise di Appello di Napoli nei confronti di capi e affiliati al clan dei Casalesi ritenuti responsabile del duplice omicidio di Sebastiano Caterino e Umberto De Falco (nipote del primo) avvenuto il 31 ottobre 2003 in via dei Romani a Santa Maria Capua Vetere.

I giudici hanno confermato la condanna all’ergastolo per Michele Zagaria, Pasquale Spierto; Enrico Martinelli e Giuseppe Caterino; 20 anni di reclusione invece per Claudio Giuseppe Virgilio e Francesco Cicciariello Schiavone; 12 anni di reclusione Antonio Iovine e Bruno Lanza; 10 anni Giuseppe Misso e Nicola Panaro. Sentenza riformulata per i collaboratori di giustizia Antonio Iovine e Giuseppe Misso che sono stati condannati a 9 anni di reclusione.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio