PoliticaSpeciale elezioni

Elezioni comunali 2022 a Calvi Risorta: il sindaco è Giovanni Lombardi. I voti ai candidati consiglieri

I voti ai candidati consiglieri

Il nuovo sindaco di Calvi Risorta è  Giovanni Lombardi. Si è votato il 12 giugno, per rinnovare il sindaco e il consiglio comunale: ecco i risultati delle elezioni comunali 2022 e dello spoglio elettorale ed i voti ai candidati consiglieri.

Elezioni comunali 2022 a Calvi Risorta: eletto sindaco Giovanni Lombardi


I voti ai candidati consiglieri e alle liste

Candidato sindaco Giovanni Lombardi

Lista Uniti per la Rinascita

 

  • Caparco Rosy (475) eletto
  • Caranci Vittoria (220)
  • Cerchia Anna (293) eletto
  • Cipro Giuliano (788) eletto
  • Cipro Graziella (881) eletto
  • Izzo Enzo (219)
  • Maciariello Danilo (433) eletto
  • Martino Angela (349) eletto
  • Martucci Giuseppe (detto Pino)
  • (540) eletto Parente Nicandro (192)
  • Perna Antonella (275)
  • Salerno Alessio (439) eletto

Candidato sindaco Vito Taffuri

Lista Forza Calvi Risorta

 

  • Bovenzi Stanislao ELETTO
  • Buongiovanni Anna
  • Coscione Rosa Diana
  • Lorenzo Ferraiuolo
  • Luigi Nardelli Antonio ELETTO
  • Noviello Filippo Piscitelli
  • Simona Tommasi
  • Lucia Verolla
  • Davide Viscardo

Candidato Sindaco Eduardo Elia

Lista La Civetta

  • Elia Carla
  • EDUARDO ELIA
  • Musella Luigi
  • Musella Michela
  • Perrotta Tommaso Andr
  • Pitocchi Amedeo
  • Quattrociocchi Rachele
  • Ravenna Carmela
  • Ricci Adolfo
  • Scungio Federica

TUTTI I SINDACI ELETTI IN PROVINCIA DI CASERTA 


In provincia di Caserta le urne sono state urne aperte per i cittadini di 17 comuni: Alvignano, Bellona, Calvi Risorta, Capua, Dragoni, Falciano del Massico, Gallo Matese, Liberi, Mondragone, Pastorano, Pietramelara, Portico di Caserta, Recale, San Giorgio Matese, Teano, Vairano Patenora e Valle di Maddaloni.

Come funziona il quorum

Nei piccoli Comuni, ovvero quelli sotto i 15mila abitanti, che avranno una sola lista in corsa per le elezioni, il quorum scenderà al 40%. A stabilirlo è il nuovo decreto del Governo pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Sono molti i Comuni al voto in cui per le elezioni si profila la presenza di una sola lista, come Sovere e Leffe per esempio, una tendenza sempre più frequente nei piccoli paesi. Proprio per questo è arrivato il nuovo decreto del Governo che sposta dal 50% al 40% il quorum necessario per rendere valida l’elezione del sindaco e del consiglio comunale. Abbassare il quorum significa quindi abbassare il rischio di commissariamento.



Mostra di più

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio