Cronaca

Esplosione nel casertano: Mario non ce l’ha fatta, trovato il cadavere sotto le macerie

Dopo 11 ore di ricerche il corpo senza vita di Mario Sgambato è stato ritrovato sotto le macerie della sua casa

Esplosione a San Felice a Cancello, dopo 11 ore di ricerche è stato trovato morto Mario Sgambato, l’anziano di 74 anni rimasto intrappolato nelle macerie dopo il crollo della propria abitazione in via Napoli. Il cadavere è stato rinvenuto nella camera da letto. La salma è stata estratta dalle macerie e trasportata all’istituto di medicina legale di Caserta per essere sottoposta all’autopsia, secondo le disposizioni dell’autorità giudiziaria competente.

Esplosione a San Felice a Cancello, le ricerche

Nelle ricerche di Sgambato sono stati impiegati oltre 70 vigili del fuoco provenienti dal Comando del Capoluogo, dal distaccamento di Aversa, da Napoli, Benevento e Roma col supporto del nucleo cinofili, nucleo movimento terra e della squadra U.S.A.R. (Urban Search and Rescue). Ore drammatiche, una corsa contro il tempo con la speranza di trovare il 74enne ancora vivo che diventavano sempre più flebili. Poi la drammatica conferma.

Le indagini

I carabinieri della compagnia di Maddaloni stanno indagando sulle cause del crollo. Da una prima ricostruzione il malfunzionamento della stufetta a metano collegato con l’impianto di riscaldamento dell’edificio dislocato su due piani ed abitato da 6 unità familiari avrebbe generato l’implosione e poi il crollo.


Leggi anche:

Articoli correlati

Back to top button