Cronaca

Focolaio a Roccamonfina, De Luca rimprovera un contagiato

Coronavirus, dopo il  boom di contagi registrati a Roccamonfina, il governatore De Luca rimprovera un giovane contagiato colpevole di aver indicato solo dopo alcuni giorni gli amici con cui era entrato in contatto.

Boom di contagi a Roccamonfina, De Luca furioso contro un contagiato

Vincenzo De Luca è furioso per il boom dei casi di contagio in tutta la regione e mette in luce anche alcuni atteggiamenti “furbeschi” di qualche giovane contagiato che ha cercato di nascondere i nomi delle persone con cui era stato in contatto.
“… un giovane di un Comune del casertano è risultato positivo dopo un viaggio in Grecia e ha indicato solo dopo alcuni giorni gli altri amici della comitiva. Risultato: 17 positivi al termine del contact tracing …”.

“Non ci sono parole per censurare comportamenti di incredibile superficialità che sono alla base dei nuovi contagi causati dai rientri da vacanze all’estero, in particolare da Malta, Grecia, Ucraina, Croazia, Spagna – afferma il presidente della Campania – La convivenza civile comporta doveri di responsabilità ineludibili, per se stessi, per le proprie famiglie e per la comunità. È intollerabile la totale indifferenza a questi doveri. Tanto più nel momento in cui vengono colpiti centinaia di concittadini al di sotto dei 35 anni e alla vigilia dell’apertura dell’anno scolastico”.

Articoli correlati

Back to top button