Cronaca

Rocca D’Evandro, gestione illecita di rifiuti di un’azienda che produce olio

Un'azienda che produce olio è stata sequestrata ed i titolari deferiti in stato di liberta in seguito ad una gestione illecita di rifiuti

Un’azienda che produce olio è stata sequestrata ed i titolari deferiti in stato di liberta in seguito ad una gestione illecita di rifiuti. Il terreno già saturo di acque di vegetazione faceva sì che i nuovi apporti di reflui oleari ruscellavano nel limitrofo sottostante corso d’acqua superficiale che confluisce direttamente nel vicino fiume Garigliano.

Gestione illecita di rifiuti di un’azienda che produce olio

Militari appartenenti alle Stazioni Carabinieri Forestale di Roccamonfina e di Sessa Aurunca, coadiuvati da personale tecnico ARPAC del Dipartimento di Caserta, hanno esperito, in comune di Rocca D’Evandro, un controllo presso un frantoio oleario, accertando che la ditta stava effettuando lo spandimento dei reflui oleari, prodotti nel processo di molitura delle olive, su di un terreno non idoneo ed anche la documentazione amministrativa risultava carente.

I nuovi rapporti di reflui

Il terreno già saturo di acque di vegetazione, a causa della pendenza, faceva sì che i nuovi apporti di reflui oleari ruscellavano nel limitrofo sottostante corso d’acqua superficiale che confluisce direttamente nel vicino fiume Garigliano.

Il sequestro

I militari hanno proceduto al sequestro del sistema di collettamento e spandimento dei reflui oleari, nonché della porzione di terreno interessato dal loro illecito smaltimento, deferendo, in stato di libertà, il legale rappresentante della società.

Articoli correlati

Back to top button