Cronaca

Incendio tossico ad Airola: plastica in fumo, pezzi sparsi ovunque

Incendio Airola, paura per danni ambientali a Caserta. Trovati numerosi pezzi di plastica bruciata nei terreni

Anche in provincia di Caserta si fa il punto sui danni causati dall’incendio di Airola. I sindaci della Valle di Suessola lanciano l’allarme relativo ai pezzi di plastica bruciata disseminati su tutto il territorio. In particolar modo, Andrea Pirozzi, primo cittadino di Santa Maria a Vico, ha ha inviato una nota al prefetto di Caserta, Raffaele Ruberto e per conoscenza all’Asl di Maddaloni e all’Arpac Campania distretto provinciale di Caserta, per monitorare la qualità dell’aria e le conseguenze sull’agricoltura come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Incendio Airola, danni anche in provincia di Caserta

Nella nota del sindaco Pirozzi si legge: “La nube di fumo che si è sprigionata in conseguenza dell’incendio, con alcuni residui solidi, è stata trasportata dal vento sul territorio della Valle di Suessola. L’odore acre di plastica bruciata è stata percepita per ore. La preoccupazione per le conseguenze sulla salute, anche in concomitanza con la necessità di arieggiare gli ambienti per effetto della perdurante emergenza sanitaria, ci ha imposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale. Pertanto, mi auguro di avere quanto prima notizie per consentire quanto prima l’adozione di ogni misura atta alla salvaguardia della salute dei cittadini”.

L’appello

Un agricoltore della zona ha raccontato: “Abbiamo trovato di tutto e di più sui nostri terreni. Abbiamo trovato pezzi di grosse dimensioni di plastica, ma anche cenere. Non possiamo buttare all’aria un lavoro di 365 giorni. Vogliamo risposte immediate dalle istituzioni, altrimenti alzeremo la nostra voce”.

Articoli correlati

Back to top button