Cronaca

“Jova Beach Party”: il lavoro delle forze dell’ordine contro gli abusivi

Abusivi banditi dal “Jova Beach Party”, forze dell’ordine a lavoro con Finanza, polizia e carabinieri durante il mega-concertone di Jovanotti a Castel Volturno.

Forze dell’ordine a lavoro contro gli abusivi durante il “Jova Beach Party”

Il giorno dopo il megaconcerto di Castel Volturno è tempo di bilanci. La macchina della sicurezza, centocinquanta uomini impiegati tra polizia, carabinieri e guardia di finanza hanno gestito alla perfezione l’esercito di fan che ha invaso il Litorale per l’evento più atteso dell’estate.

Oltre che sul fronte dell’ordine pubblico, il comando provinciale della guardia di finanza ha organizzato un servizio antiabusivismo con 15 pattuglie in borghese. I 7 i venditori senza licenza pizzicati dai militari delle fiamme gialle, appollaiate agli ingressi del lido che ha ospitato la manifestazione. Per loro è scattata la denuncia: vendevano merce contraffatta. Oltre 1.300 i pezzi sequestrati, tra t-shirt, accessori mare, gadget, fascette, bevande e bijoutteria.

I verbali

I 22 i verbali elevati per mancata emissione di scontrino fiscale. Non sono mancati, nelle aree circostanti la zona del “Jova Beach Party”, i soliti parcheggiatori abusivi che hanno preso d’assalto le strade intorno alla Domitiana. Cinque di loro intercettati dai finanzieri hanno anche sequestrato 2 auto per guida senza patente. Prima, dopo e durante il concerto, la guardia di finanza ha eseguito controlli antidroga con le unità cinofile.

Articoli correlati

Back to top button