Curiosità

Luna Blu ad agosto: quando e come vederla a Caserta e provincia | Data e origine del nome

Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo evento astronomico

Dopo la notte di San Lorenzo, è in arrivo un nuovo spettacolo astronomico nel mese di agosto: la Luna Blu. Si tratta delle terza luna piena dell’estate e nonostante il nome il nostro satellite non sarà davvero di colore blu. Ecco quando e come vederla a Caserta e provincia, la data e perché si chiama così.

Luna Blu ad agosto: quando e come vedere a Caserta e provincia

Il cielo del mese di agosto continua a regalare una sorpresa dietro l’altra e tra pochissimi giorni andrà in scena un nuovo evento astronomico, ossia la Luna Blu. Come già anticipato in precedenza il colore della luna rimarrà quello di sempre. La data da segnare sul calendario è quella del 22 agosto, durante il quale ci sarà la terza luna piena della stagione.

Per vederla dall’Italia basterà dirigere lo sguardo verso il nostro satellite durante le ore notturne. La luna sarà completamente piena alle 14:02 del 22 agosto, tuttavia a causa della presenza del sole si dovranno attendere che cali la notte. Per godere al meglio dello spettacolo del cielo, ed eventualmente delle ultime stelle cadenti di agosto, è consigliabile recarsi in un luogo lontano dalla città e dalle sue luci, come una spiaggia o in campagna.

Una delle curiosità più insolite di questa speciale luna riguarda proprio il suo nome. Nel corso degli anni sono state tramandate due definizioni di Luna Blu:

  • la prima e la più quotata attribuisce questo nome alla terza Luna piena della stagione (in totale sono quattro);
  • la seconda invece, che è frutto di un errore, attribuisce la stessa definizione alla seconda luna piena di ogni mese. Il fraintendimento fu commesso dall’astronomo dilettante James Hugh Pruett che sbagliò la base per il calcolo della vera Luna Blu, scrivendo che si trattava della seconda luna piena di ogni mese all’interno di un articolo pubblicato nel 1946 sulla rivista Sky & Telescope.

Quest’ultima definizione tuttavia è riuscita a diffondersi molto, anche se si trattava di un errore, tanto che nel 1980 è stata citata anche nel popolare programma radiofonico chiamato StarDate e nel 1986 è apparsa anche nel gioco da tavola di Trivial Pursuit. Il vero nome, ossia quello riferito alla terza luna di una stagione, pare che derivi dall’antico termine inglese “belewe” che significa tradire, dato che induce a pensare che la stagione sia conclusa, quando in realtà manca ancora un altro ciclo lunare.

Articoli correlati

Back to top button