Cronaca

Lusciano, truffa e documenti d’identità falsi: arrestata una donna

Truffa e documenti falsi a Luciano: una donna è stata arrestata dopo aver tentato di aprire un conto corrente in maniera illecita.

Un arresto a Lusciano

Nel pomeriggio odierno, i carabinieri della Stazione di Lusciano hanno tratto in arresto, per tentata truffa e possesso di documenti di identità falsi, A.F., cl. 84, di Napoli Fuorigrotta.

La donna intorno alle ore 11.30 si è recata presso l’Ufficio postale di Lusciano chiedendo l’apertura di un conto corrente esibendo, per l’identificazione, una carta d’identità elettronica falsa riportante la sua effigie fotografica.

Il direttore dell’Ufficio Postale, accortosi dell’anomalia nei documenti esibiti, ha avvisato i militari dell’Arma. Costei, accortasi che il direttore aveva avvisato le forze dell’ordine, si è data alla fuga venendo rintracciata e bloccata dai militari dell’Arma a pochi km di distanza dall’ufficio postale. Nella circostanza la donna era in compagnia di un uomo, un 32enne di Parete, che nell’occorso è stato denunciato per tentata truffa in concorso.

A seguito di perquisizione la 35enne è stata trovata in possesso di falsa documentazione intestata ad ignara 44enne di Caserta ed in particolare di una tessera sanitaria, due carte di prelevamento postepay evolution, una carta Libretto Smart Poste italiane e due buste paga dei mesi di settembre e ottobre 2019 emesse da una ditta di pulizia.

Arrestata, è posta agli arresti domiciliari presso la sua abitazione in Napoli in attesa dell’udienza di convalida.

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button