Cronaca

Maddaloni, la «Banda dell’Audi nera» sorpresa nel bar: la fuga a colpi di pistola

Maddaloni, questa volta la «Banda dell’Audi nera» è finita in trappola. Il tentativo di furto ai danni dell’Osuarg, luonge bar di via Forche Caudine, è culminato in un conflitto a fuoco. L’organizzazione, diventata l’incubodei cittadini, è stata colta di sorpresa mentre, dopo essere penetrata all’interno del locale grazie alla forzatura dell’ingresso principale, stava asportando tabacchi e gratta e vinci. Poco dopo le 4 di ieri mattina, è scattato l’allarme.

«Banda dell’Audi nera» in trappola nel bar

Il gestore del locale e una pattuglia di guardie giurate erano già sul posto e hanno in contemporanea sbarrato, con le loro auto, tutte le vie di fuga e l’ingresso principale. Senza via di scampo, non hanno avuto altra scelta che darsi alla fuga. Si sono protetti a colpi di pistola sparati ad altezza d’uomo. Un proiettile si è conficcato nell’avantreno di una delle auto di pattuglia della società di vigilanza Rangers.

«Ci hanno sparato addosso spiega Giuseppe Grauso, titolare dell’Osuarg in pochi istanti ci siamo ritrovati nel mezzo di un conflitto a fuoco. Sono riusciti a scappare a piedi mentre esplodevano in contemporanea diversi colpi. Ma non hanno potuto fare altro. Hanno lasciato tutto e abbandonato l’auto e tutti gli strumenti in loro possesso».
Ritrovati infatti, a bordo della berlina, strumenti atti allo scasso e altro materiale probabilmente frutto di un ulteriore colpo fatto in precedenza.

Articoli correlati

Back to top button