Cronaca

Pasquale aggredito in casa e ucciso: c’è un dubbio nelle indagini

Maddaloni, Pasquale Cattolico morto dopo l'aggressione: si indaga sul caso dell'80enne morto in ospedale per le ferite

Si indaga sull’aggressione di Pasquale Cattolico, anziano morto Maddaloni dopo essere stato aggredito all’interno del suo appartamento di via Baldina, strada di campagna che unisce via Cancello a via Forche Caudine. Gli inquirenti sono convinti che ci sia qualcosa di strano dietro l’aggressione come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Maddaloni, Pasquale Cattolico morto dopo l’aggressione: le indagini

L’80enne è morto nella mattinata di giovedì 11 agosto all’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta dove era stato trasportato in codice rosso nella nottata. Presentava profonde e vaste ferite al volto e al capo, che non gli hanno dato scampo. È morto a seguito di un arresto cardiaco, provocato da un’emorragia cerebrale. Pasquale non ha retto alla violenta aggressione come non reggono le prime ipotesi, finora seguite dagli inquirenti e che, col passare delle ore, fanno venire a galla diverse sfaccettature.

Sul caso indagano gli agenti della squadra mobile della questura di Caserta e quelli del commissariato di Polizia di Stato di Maddaloni, al lavoro per cercare di ricostruire l’accaduto e dare definitivamente un volto all’omicida di Cattolico. Non regge del tutto la pista della rapina sfociata in aggressione, così come quella che vedrebbe la compagna 60enne, una badante, coinvolta nella vicenda. La donna è stata interrogata nelle scorse ore al pari di altre persone che frequentavano Pasquale nel quotidiano, nonostante fosse agli arresti domiciliari da marzo scorso, per un cumulo di pene relative alla ricettazione

Nelle prossime ore, senza ombra di dubbio, spunteranno i primi indagati e con loro sarà anche più chiaro cosa hanno dichiarato agli inquirenti anche altri conoscenti dell’uomo e gli stessi familiari, alcuni dei quali avevano sentito telefonicamente Cattolico, qualche ora prima che si consumasse il brutto episodio sfociato poi in tragedia.
Altro elemento importante per gli inquirenti è che, da una ricognizione dettagliata effettuata ieri mattinata, nell’appartamento dell’80enne non mancava assolutamente nulla: né soldi, né monili ma nemmeno cose di valore.

Articoli correlati

Back to top button