Cronaca
Trending

Pusher col reddito di cittadinanza scoperto con 200mila euro di droga: arrestato a Marcianise

Marcianise, arrestato spacciatore con 200mila euro di droga. Il pusher percepiva anche il reddito di cittadinanza

Arrestato uno spacciatore Marcianise. I Baschi Verdi della Compagnia Pronto Impiego della Guardia di Finanza di Aversa, coadiuvati dalle unità cinofile, hanno tratto in arresto G.P., trentaduenne romano, e sottoposto a sequestro circa 17 chilogrammi di marijuana.

Marcianise, arrestato spacciatore con 17 chili di marijuana

G.P., che viaggiava a bordo della propria autovettura in direzione Roma in compagnia di una coetanea, anch’ella romana, è stato intercettato a Marcianise, all’altezza della barriera dei caselli autostradali di “Napoli Nord”. I finanzieri, insospettiti dal crescente stato di agitazione del conducente, provvedevano ad ispezionare accuratamente l’autovettura e, grazie all’ausilio delle unità cinofile ed al fiuto dei cani antidroga, rinvenivano circa 16 chilogrammi di marijuana confezionati in sacchi termosaldati e abilmente occultati in un vano nascosto del bagagliaio.

Al fine di acquisire ulteriori fonti di prova, sono stati immediatamente attivati i Reparti del Corpo competenti su Roma e Tivoli, località di residenza dei due soggetti fermati, per procedere alle perquisizioni domiciliari presso le relative abitazioni.

Il pusher percepiva il reddito di cittadinanza

All’esito delle attività di polizia giudiziaria, nel domicilio dell’uomo, venivano rinvenuti un ulteriore chilogrammo di marijuana ed una bilancia di precisione, a riprova dell’abituale attività di spaccio posta in essere dal medesimo. Il PM di turno presso la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, informato dei fatti e valutati i numerosi precedenti specifici di polizia a carico dell’uomo, disponeva l’arresto dello stesso e la sua traduzione presso la locale Casa Circondariale. Denunciata a piede libero la donna trovata a bordo dell’auto.

I successivi accertamenti tramite le banche dati in uso al Corpo permettevano, inoltre, di accertare che il soggetto tratto in arresto beneficiava anche del reddito di cittadinanza. La sua posizione veniva, quindi, comunicata ai competenti Uffici dell’Inps e all’Autorità Giudiziaria per le previste sanzioni penali e l’immediata decadenza dal beneficio, in modo da procedere al recupero delle somme nel frattempo indebitamente percepite.

La sostanza stupefacente complessivamente sequestrata, rivenduta nelle “piazze di spaccio” della Capitale, avrebbe fruttato circa 200mila euro.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto