Cronaca

Matteo Salvini in visita al carcere di Santa Maria Capua Vetere “Subito pistole elettriche alla polizia penitenziaria e videosorveglianza”

Santa Maria Capua Vetere, Matteo Salvini in visita al carcere: le dichiarazioni dell’ex ministro dell’Interno in merito alla vicenda degli agenti della Polizia Penitenziaria indagati per tortura, violenza e abuso di autorità “Se uno su mille sbaglia, deve pagare, ma queste modalità usate stamattina non sono accettabili”.

Le dichiarazioni di Matteo Salvini in visita a Santa Maria Capua Vetere

“Avevo qualche appuntamento oggi pomeriggio, ho chiuso l’ufficio e disdetto gli appuntamenti, perchè non si possono indagare e perquisire come delinquenti 44 servitori dello Stato”, ha esordito così il segretario della Lega Matteo Salvini, al suo arrivo alla casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Pistole elettriche e videosorveglianza

“Se uno su mille sbaglia, paga, ma non esiste nè in cielo nè in terra venire a perquisire i poliziotti davanti ai parenti dei detenuti. Adesso vado dentro a capire. Pistole elettriche e videosorveglianza, prima arrivano e meglio e’ per tutti”, ha proseguito.

L’inchiesta

Questa mattina i militari hanno eseguito un’operazione di polizia giudiziaria, su ordine della Procura, nell’ambito dell’indagine sui presunti pestaggi avvenuti il 6 aprile nell’istituto di pena, e denunciati sia da alcuni detenuti che dai loro familiari: notificati i 44 avvisi di garanzia agli agenti della polizia penitenziaria per per i reati di tortura, violenza e abuso di autorità che sarebbero stati commessi a marzo, durante le proteste dei carcerati.

Emanuela Dente

Personalità eccentrica e geniale, e giornalista attenta e scrupolosa. La sua innata curiosità le consente di vivere ogni esperienza in pieno, acquisendo conoscenze e capacità molto rapidamente. La sua vita è una grande avventura. La sua passione è un dono immenso

Articoli correlati

Back to top button