Cronaca

Mondragone, bloccato dalla polizia dopo fuga dalla struttura: uccise una bimba e la gettò nel canale

Richard Frimpong doveva restare chiuso in una Rems, dopo l’efferato delitto di omicidio

Oggi 4 giugno, l’uomo scappato e che uccise una bimba è stato bloccato dalla polizia. La Polizia Locale di Mondragone guidata dal Comandante David Bonuglia ha proceduto al tso (trattamento sanitario obbligatorio) di Richard Frimpong che doveva restare chiuso in una Rems (struttura specializzata nella custodia dei condannati affetti da disturbi mentali), dopo l’efferato delitto di omicidio avvenuto in data 2011 in Castel Volturno.

Bloccato dalla polizia dopo fuga, uccise una bimba

Per calmare la furia del ghanese è dovuto intervenire il Comandante Bonuglia in prima persona per immobilizzarlo e chiamare i sanitari del 118 per le cure mediche di rito prima che la situazione potesse degenerare.

L’omicidio della bambina

Richard Frimpong è accusato di aver ucciso una bambina mentre si trovava all’interno del cortile della propria abitazione e, dopo averla colpita ripetutamente e violentemente con un bastone, provocandole gravi lesioni al capo e tramortendola, la caricava in spalla e, percorse alcune decine di metri.

Dopo l’orrore l’ha scaraventata nelle acque sottostanti al ponte che sovrasta il canale dei Regi Lagni. Il corpicino di Mary venne recuperato nelle acque del canale ad alcune centinaia di metri dal punto dove era stato lanciato.

Articoli correlati

Back to top button