Cronaca

Romeo ucciso a 17 anni da un coetaneo casertano: caccia aperta al branco

Giovane di Casapulla a Roma per l'omicidio di Romeo Bondanese. Ora rischia fino a trent'anni di carcere: è accusato di omicidio volontario

Il 16enne di Casapulla accusato dell’omicidio di Romeo Bondanese, promessa del calcio residente a Formia, resta rinchiuso nel centro minorile “Casal del Marmo”. Il giovane casertano è accusato di omicidio volontario con l’aggravante dei futili motivi. 

Omicidio di Romeo Bondanese, 16enne di Casapulla in centro minorile

Come riportato dall’edizione odierna de Il Mattino, il 16enne è stato bloccato da un poliziotto e da un agente di custodia fuori servizio mentre tentava la fuga. Avrebbe ucciso Romeo Bondanese con un fendente che avrebbe reciso l’aorta addominale della vittima. C.B., queste le iniziali dell’aggressore, rischierebbe fino a trent’anni di carcere. Intanto gli inquirenti sono sulle tracce di altri giovani casertani che potrebbero aver preso parte all’aggressione mortale.

Articoli correlati

Back to top button