Cronaca

Castel Volturno, impiantato pacemaker a paziente di 104 anni

Pacemaker impiantato a paziente di 104 anni a Castel Volturno. L'intervento su nonno Aldo, di Formia, è durato mezz'ora

Castel Volturno è stato impiantato un pacemaker ad un paziente di 104 anni, nonno Aldo, residente a Formia. Si tratta di un micro-pacemaker della grandezza di una capsula farmaceutica, molto innovativo perchè funziona senza fili ed ha una batteria che dura oltre 10 anni contro i 7 anni. È stato impiantato al Pinetagrande Hospital.

Castel Volturno, pacemaker impiantato a paziente di 104 anni

Nonno Aldo aveva una malattia del sistema elettrico del cuore, e le condizioni delle vene non gli permettevano di farsi impiantare un pacemaker di tipo tradizionale. Ma soprattutto, nonno Aldo voleva continuare a fare la sua mezz’ora quotidiana di cyclette, e con la malattia che lo tormentava, era molto difficile. Così, con i familiari, si è rivolto alla Clinica Pineta Grande, dove era a disposizione il micro-pacemaker.

L’intervento

Nonno Aldo è stato operato stamattina dal cardiologo elettrofisiologo Stefano Nardi, che ha effettuato l’intervento – durato circa mezz’ora – con l’assistenza del collega Luigi Argenziano. “Nonno Aldo – dice Nardi – rappresenta probabilmente il paziente più anziano al mondo ad essersi fatto impiantare il micro-pacemaker, almeno è quanto emerso dagli archivi dell’azienda che produce tale dispositivo; il precedente record apparteneva ad un paziente 94 enne statunitense, dello stato del Minnesota. Nonno Aldo è molto arzillo e lucido, ci vede e ci sente bene; con questo dispositivo potrà continuare a fare le sue cose tranquillamente”.

Articoli correlati

Back to top button