Cronaca

Esplosione nel Casertano, villetta crollata | Donna estratta viva dalle macerie

San Felice a Cancello, donna estratta dalle macerie del palazzo crollato. I residenti raccontano di aver sentito un boato

È stata estratta viva dalle macerie del palazzo crollato San Felice a Cancello la signora Giuseppina Pensionati. L’anziana era nel palazzo crollato all’alba di oggi, venerdì 19 novembre, insieme al marito Mario Sgambato.

Palazzo crollato San Felice a Cancello, donna estratta viva dalle macerie

I due pensionati abitavano al piano rialzato. Lui è un volontario della protezione civile comunale, lei molto attiva come volontaria nella chiesa poco distante Sant’Alfonso Maria de’ Liguori di Cancello Scalo. La donna è stata estratta viva delle macerie intorno alle 13, portata via con l’ambulanza. Nessun segnale di vita, invece, da parte del marito.



Crollo casa, paura a San Felice a Cancello: cos’è successo

I residenti raccontano di aver sentito un boato e le abitazioni tremare. Immediato l’arrivo sul posto di sanitari del 118 e vigili del fuoco. Lo spaventoso crollo sarebbe stato causato da una fuga di gas. Anche alcune abitazioni circostanti, sarebbero state danneggiate dall’esplosione causata dalla fuga di gas. È stato necessario l’intervento di due escavatori giunti da Napoli per creare un varco. In azione almeno 20 vigili del fuoco.


 

 


Salvata la donna

La donna è stata estratta viva dalle macerie dopo un intervento durato ore da parte dei Vigili del Fuoco.

Trovato morto il marito

Dopo 11 ore di ricerche il corpo di Mario Sgambato è stato trovato senza vita sotto le macerie. L’uomo si trovava ancora nella camera da letto.

Articoli correlati

Back to top button