Cronaca

Protesta green per Parco degli Aranci: i cittadini scendono in strada per pulire erbacce e marciapiedi

Sui social le lamentele dei cittadini

I cittadini di Caserta hanno deciso di mettere in atto una protesta green e di scendere in strada per ripulire la città, in particolare Parco degli Aranci invaso dalla vegetazione selvaggia. I social sono invasi dalle lamentele dei residenti e dalle immagini di erba alta quanto gli alberelli che insistono sui prati.

La protesta green per Parco degli Aranci

La vegetazione selvaggia porta con se insetti di ogni tipo. I residenti lamentano la presenza di “enormi zecche, scarafaggi, animaletti di tutti i tipi che spuntano in ogni dove”. Sulla pagina Facebook “Parco degli Aranci” le proteste continuano sottolineando “il verde pubblico” ha raggiunto il metro di altezza. I cittadini si chiedono anche “la manutenzione del verde del comune di Caserta che fine ha fatto“.

Le condizioni della Villetta delle Beatitudini

Stessa condizione nella Villetta delle Beatitudini, nel Playground e nel Century Park, che però beneficiano dell’azione dei volontari, che con molta fatica e tanto impegno si stanno adoperando in prima persona per lo sfoltimento, compresa la raccolta del tagliato. Il proprietario del chiosco del Century Park ha addirittura chiamato egli stesso alcuni operatori per far disboscare la zona circostante che era davvero diventata una selva, e tutto a proprie spese.

La protesta green degli anziani

Esasperati e preoccupati per le condizioni igieniche della zona, un gruppo di anziani spontaneamente, senza neppure essersi messi d’accordo tra loro, sono scesi armati di cesoie, scopa, sacchetti e hanno sfoltito il famigerato buco, cuore del quartiere, per pulire i marciapiedi e togliere le spine dalle siepi presenti lungo tutto il percorso, molto pericolose per i runners che vengono a correre.

Articoli correlati

Back to top button