Economia

La nuova era della pavimentazione include anche il pavimento in vinilico

Nella fase di costruzione di una casa, la scelta del pavimento impega sempre una fetta importante dell’attenzione. Il pavimento sta ai nostri piedi ma non per questo ha un’importanza bassa. Anzi, il suo colore, la sua compattezza, la sua traslucenza, l’effetto che fa quando è colpito dalla luce, sono tutte cose che influiscono molto sull’aspetto finale di tutta la vostra casa.

 

Il mondo dell’arredaemento propone davvero tantissime opzioni per scegliere il  vostro pavimento perfetto. L’imbarazzo della scelta non sempre aiuta in realtà a fare la scelta più ponderata perché avendo appunto a disposizione più scelta si può finire nel perdersi. Per accorciare la strada ed arrivare subito all’obiettivo finale di installare il pavimento perfetto è utile conoscere i vantaggi e gli svantaggi dei diversi materiali che si utilizzano per la pavimentazione.

 

Pavimento in vinilico: cos’è

 

Se sentiamo la parola linoleum pensiamo subito alle palestre delle scuole. Questo è, tuttavia, un errore grossolano perché questo materiale può essere usato anche per i pavimenti delle case e, anzi, può donare alle vostre abitazioni un tocco elegante, industriale e moderno. Data la richiesta in aumento di pavimenti in vinile, sono state inventate nuove soluzioni per renderli ancora più accessibili e accattivanti. Sono nate così le LVT, acronimo di Luxury Vinyl Tile, che altro non sono se piastrelle di vinile. L’aggettivo luxury in questo caso vuole soltanto sottolineare il fatto che si è cercato di rendere questo materiale il più possibile esteticamente prezioso e in accordo con il resto degli abbinamenti di arredamento che si possono scegliere. Questo tipo di pavimenti possono essere, inoltre, installati con una facilità estrema perché si confezionano in rotoli giganti che si possono direttamente incollare al pavimento.

 

Pavimento in vinilico: pro e contro

 

Questo tipo di pavimento ha diversi vantaggi che si esplicano soprattutto nell’essere igienico in quanto la sua superficie è molto facile da pulire sia con aspira polvere di ogni tipo ma anche spazzando o dando lo straccio. Oltre a questo vi accorgerete subito di quanto questo pavimento sia anche comodo e piacevole da attraversare anche con a piedi scalzi. La sua superficie estremamente liscia e compatta consente di vivere un’esperienza decisamente positiva e diversa da quella a cui siamo abituati con le normali pavimentazioni. L’altro grande vantaggio, come già accennato, è quello di poter essere installato facilmente e velocemente grazie alla disposizione in rotoli. Per quanto riguarda le ragioni per cui si dovrebbe sconsigliare di installare il pavimento in vinilico non ve ne sono numerose e, anzi, forse l’unica annoverabile è quella che riguarda il fatto che, una volta installato, questo tipo di pavimento è difficile da rimuovere in quanto viene incollato con una speciale lega collante molto resistente.

 

Prezzo pavimentazione in vinilico

 

Il prezzo di questa pavimentazione, così come quella di altre tipologie di pavimentaizone, varia in base ai dettagli che si aggiungono e alla dimensione delle piastrelle. Per farsi un’idea del prezzo medio di questo tipo di pavimento considerate che il modello base può costare dagli 8 ai 12 euro al metro quadrato, mentre i pavimenti vinilici ad incastro costano sui 20 euro sempre al metro quadrato, quelli autoposanti fino a 35 euro.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto