Cronaca

Picchia e sequestra la figlia per le foto pubblicate su Instagram

Non accetta le foto su Instagram della figlia 17enne così la rinchiude in casa e la picchia: 55enne finisce a processo

Non accetta le foto su Instagram della figlia 17enne così la rinchiude in casa e la picchia: si terrà il 15 dicembre l’udienza preliminare del processo a carico del 55enne che da una decina di anni vive a tra Santa Maria a Vico e San Felice a Cancello, padre della ragazza islamica, oggi 17enne, che ha denunciato le angherie psicologiche e i maltrattamenti del genitore.

Picchia la figlia per le foto su Instagram

Il gip Sergio Enea oltre a confermare l’accusa di maltrattamenti ha aggiunto quella del sequestro di persona. I fatti risalgono all’estate 2017, quando l’uomo, di mestiere autista di camion per una ditta del Napoletano, avrebbe imposto alla giovane di seguire la religione musulmana e, nel momento in cui la stessa, si era rifiutata, l’aveva picchiata.

Le violenze mentre la madre era lontana

Il tutto era avvenuto in un periodo in cui la madre era lontana da casa e si trovava in Tunisia, per alcuni problemi legati alla sua famiglia d’origine. La ragazzina, che assisteva quotidianamente il fratellino più piccolo, veniva rinchiusa in casa dal padre per giornate intere e, proprio in questi momenti, secondo il padre la ragazza che all’epoca dei fatti aveva da poco conseguito la licenza della scuola media, si divertiva a pubblicare foto sul suo profilo Instagram.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto